Novità per il settore dello Sport

0
219

IL SOLE 24 ORE 27.02.2021

La principale novità nel settore sportivo riguarda la nuova definizione di “lavoratore sportivo” che supera la previgente formalistica divisione tra professionisti e dilettanti. Con le modifiche ci sarà soltanto una distinzione tra il cd. “amatore” e il “lavoro sportivo”, ovvero “l’atleta, l’allenatore, l’istruttore, il direttore tecnico, il direttore sportivo, il preparatore atletico e il direttore di gara che senza alcuna distinzione di genere e indipendentemente dal settore professionistico o dilettantistico, esercita l’attività sportiva verso un corrispettivo”. L’amatore potrà ricevere anche premi e compensi occasionali oltre a rimborsi spese. Nel caso gli importi superino i 10.000 euro la prestazione assumerà natura professionale. Il lavoro sportivo potrà essere svolto se retribuito nell’ambito di un rapporto di lavoro subordinato o di un rapporto di lavoro autonomo anche nella forma di collaborazioni coordinate e continuative. Le associazioni sportive dilettantistiche per le quali è stato creato un registro nazionale gestito da Sport e Salute potranno acquisire personalità giuridica assumere qualsiasi forma societaria e distribuire in minima parte gli utili.