Il modello CUPE 2023

0
114

PREMESSA

Con il modello Cupe si certificano gli utili e i proventi equiparati, inclusi i proventi da contratti di associazione in partecipazione con apporto di capitale o capitale/lavoro (c.d. apporto misto), percepiti da persone fisiche, imprenditori in regime d’impresa e società nel periodo d’imposta di riferimento della certificazione. Il modello andava compilato entro il 16.03.2023, tuttavia non è previsto un invio telematico ma soltanto la consegna cartacea al percettore delle somme.

Si ricorda che il modello non va più compilato nel caso in cui siano stati distribuiti, al percettore persona fisica, utili o proventi equiparati soggetti a ritenuta a titolo d’imposta o imposta sostitutiva (c.d. utili nuovi, maturati a partire dall’esercizio in corso al 31.12.2018). Nelle altre fattispecie, è prevista la compilazione del modello facendo attenzione alla corretta individuazione dell’anno in cui gli utili/proventi equiparati sono maturati. In particolare, si ricorda la suddivisione fra i periodi ante 01.01.2008, fra il 01.01.2008 e il 31.12.2016 e post 01.01.2017, per i quali sono state previste differenti percentuali di tassazione.

Si rammenta che la Finanziaria 2018 ha equiparato la tassazione degli utili o dividendi e delle plusvalenze da partecipazioni qualificate detenute in società ed enti soggetti IRES da persone fisiche "private" ossia non in regime d'impresa, a quella prevista per le partecipazioni non qualificate, con assoggettamento alla ritenuta a titolo d'imposta nella misura del 26%. Tale equiparazione è applicabile agli utili prodotti dal 2018 la cui distribuzione è intervenuta dal 2019.

La medesima disposizione aveva altresì previsto che, per gli utili realizzati fino al 2017, sarebbe stato possibile fruire delle precedenti disposizioni solamente qualora fosse stata deliberata entro il 31/12/2022 la loro distribuzione.

Diversamente, anche per gli utili precedenti al 2018 si applicherà la tassazione al 26% sull’intero dividendo.

Per le società di capitali, si ricorda il vigente regime di esclusione dalla tassazione degli utili percepiti da altrettante società di capitali, nonché il regime di participation exemption previsto per le plusvalenze finanziarie. Per gli utili e i proventi percepiti da società di persone, vige il sistema di tassazione per trasparenza.

Ulteriore novità è quella prevista per gli utili e i proventi equiparati maturati dall’esercizio in corso al 01.01.2020 e percepiti dalle società semplici. Tali utili/proventi vengono tassati in capo ai soci e non concorrono più alla formazione della base imponibile di calcolo del reddito d’impresa.

Contenuto riservato agli abbonati.

Questo contenuto è disponibile per gli utenti abbonati a Sercontel.

Sei già abbonato? Non sei abbonato?
SCOPRI L'OFFERTA