Frode fiscale e responsabilità degli amministratori

0
119

CORTE DI CASSAZIONE N. 31017/2023

La Cassazione ha stabilito che i consiglieri del consiglio di amministrazione di una società, che non abbiano sottoscritto la dichiarazione fiscale fraudolenta, rispondono in concorso del reato di cui all’art. 2 D.lgs. 74/2000 solo nel caso in cui abbiano avuto conoscenza dell’inserimento dei documenti mendaci in contabilità senza impedirne l’indicazione nella dichiarazione o per impedire la presentazione di questa.