La detrazione IVA delle fatture a cavallo d’anno

0
106

La legge delega di riforma fiscale ha tra i suoi obiettivi quello di rivedere la disciplina della detrazione dell’Iva e per questo motivo verrà accantonato il limite previsto dall’art. 1 del DPR 100/98, consentendo di detrarre l’imposta anche con riferimento alle fatture di acquisto relative a operazioni effettuate nell’anno precedente, ma ricevute dal cessionario o committente nei primi quindici giorni di gennaio (art. 7 comma 1 lett. d) n. 3 della L. 111/2023).

Come ricordato dalla Corte di Giustizia con la causa C-152/02 e dalla circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 1/2018, è possibile detrarre l’imposta nel momento in cui, in capo al cessionario o committente, si riscontrano la contemporanea esigibilità dell’imposta e il possesso di una fattura redatta in conformità delle disposizioni previste dall’art. 21 del DPR 633/72. L’art. 1 del DPR 100/98 inoltre, consente di detrarre l’imposta relativa alle fatture ricevute e annotate entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, entro il termine per la liquidazione dell’imposta, “fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente”.

Contenuto riservato agli abbonati.

Questo contenuto è disponibile per gli utenti abbonati a Sercontel.

Sei già abbonato? Non sei abbonato?
SCOPRI L'OFFERTA