L’acconto di novembre

0
101

Premessa

Nelle pagine di questo quaderno abbiamo più volte evidenziato la capacità del Legislatore di complicare qualsiasi adempimento, dalla contabilità ai dichiarativi ed ai versamenti.

In attesa della versione definitiva della “riforma fiscale”, il Governo ha voluto giocare di anticipo mettendo mano già da quest’anno ai termini per il versamento degli acconti di novembre.

Infatti, con il DL 145 del 18/10/2023 ha previsto la possibilità, per un limitato numero di contribuenti, di spostare il termine di pagamento e di opzionare anche per la rateazione dello stesso.

Vediamo ora di analizzare le previsioni legate al secondo acconto che viene identificato con il mese di novembre, in quanto coinvolge la più parte dei soggetti, ma in realtà è la regola dell’undicesimo mese successivo alla chiusura dell’esercizio.

In primis parliamo delle novità del DL 145/2023, per poi analizzare le regole generali attinenti la determinazione dell’importo da versare.

Contenuto riservato agli abbonati.

Questo contenuto è disponibile per gli utenti abbonati a Sercontel.

Sei già abbonato? Non sei abbonato?
SCOPRI L'OFFERTA