Frode fiscale per l’utilizzo di fatture false

0
47

Corte di Cassazione n. 43778/2023

La Cassazione ha ribadito che il reato di dichiarazione fraudolenta tramite l’utilizzo di fatture false di cui all’art. 2 D.lgs. 74/2000 si verifica sia nell’ipotesi di “inesistenza oggettiva”, relativa a operazioni non realmente effettuate in tutto o in parte, sia nel caso di “inesistenza soggettiva”, per operazioni effettuate tra soggetti diversi da quelli effettivi, ma anche nel caso di “sovrafatturazione qualitativa”, relativa all’indicazione in fattura di costi superiori a quelli reali.