I crediti previdenziali nel quadro RR di Redditi 2024

0
27

PREMESSA

La tematica dei crediti che si generano in sede di dichiarazione ha visto nel tempo il susseguirsi di disposizioni che si sono rese necessarie al fine di contrastare gli abusi che si sono verificati. L’ultimo intervento legislativo è contenuto nella Legge di bilancio per il 2024, la Legge 213/2023, con la quale nell’articolo 1, commi da 94 a 98, ha previsto che i crediti INPS e INAIL possano essere compensati con il modello F24 solamente transitando nei canali telematici FISCONLINE o ENTRATEL.

Volendo sintetizzare, rispetto allo scorso anno:

  • è confermato che i crediti degli anni precedenti il 2022 non possono essere utilizzati in compensazione nel mod. F24 ma devono essere chiesti a rimborso all'INPS ovvero utilizzati in auto-conguaglio;
  • per i soggetti iscritti alla Gestione separata, che compilano la Sezione II del quadro RR, è stata modificata l'esposizione del credito dell'anno precedente (2022) e del relativo utilizzo in compensazione;
  • a decorrere dall'1/7/2024 anche per i mod. F24 con compensazione dei crediti contributivi devono essere utilizzati i canali telematici dell'Agenzia delle Entrate.

Nell'ambito del modello REDDITI-2024 PF gli iscritti alla Gestione IVS artigiani e commercianti e alla Gestione separata INPS sono tenuti a compilare il quadro RR dal quale, in base al reddito conseguito, alla posizione contributiva e ai versamenti effettuati, scaturiscono i contributi da versare ovvero un credito contributivo.

Contenuto riservato agli abbonati.

Questo contenuto è disponibile per gli utenti abbonati a Sercontel.

Sei già abbonato? Non sei abbonato?
SCOPRI L'OFFERTA